Siena

Abbadia San Salvatore: paese di fiaccole e minatori

Abbadia San Salvatore

Paese di fiaccole e minatori

Il primo impatto che si ha con Abbadia, arrivando, è quello di un paese moderno, dinamico rispetto agli altri paesini amiatini. Ma il suo cuore è rimasto incontaminato. Varcare gli antichi archi in pietra che segnano l’ingresso al borgo ci catapulterà perciò in uno dei pochi centri storici “autentici”, con vicoli intatti nel tempo, caratterizzati ancora dei gesti semplici dei suoi abitanti.

Il paese è sorto tutto intorno all’Abbazia, fondata, secondo la leggenda, dal re longobardo Rachis dopo la visione del SS. Salvatore sulla cima di un abete risplendente. Proprio nel punto dell’evento prodigioso venne innalzata con le pietre della montagna la Chiesa che è riuscita a sfidare il tempo. E nel corso dei secoli l’Abbazia ha custodito nella sua cripta a croce greca formata da una “foresta di colonne” una delle più antiche copie esistenti al mondo della Bibbia in latino, nota con il nome di Bibbia Amiatina, appunto. Potremmo vedere un fac-simile dell’esemplare, oggi conservato a Firenze, durante la visita al Museo dell’Abbazia che custodisce anche altri interessanti reperti legati a S. Marco papa: la casula a lui appartenuta e il suo busto reliquiario.

Abbazia San Salvatore fondata, secondo la tradizione, dal re longobardo Ratchis
L'Abbazia, di origine antichissime, è già documentata nel 762 ed ebbe il suo periodi di massimo splendore tra il X e il XII secolo. Al suo interno, la splendida cripta con 24 capitelli originali, ricchi di decorazioni vegetali, zoomorfi, altamente simboliche
Parco Minerario di Abbadia
La vecchia miniera di cinabro di Abbadia, responsabile della crescita del paese nei primi anni del secolo scorso, è stata trasformata in un Parco Museo. Qui potrai rivivere le paure, la fatica dei vecchi minatori che trascorrevano giornate intere sotto il suolo, rischiando la propria vita.

Ma il progresso e il benessere ad Abbadia è arrivato grazie al cinabro dell’Amiata. Oggi, alcuni locali della miniera estrattiva, la terza per importanza a livello mondiale, sono stati trasformati in un’affascinante museo multimediale del mercurio. Un vero percorso emozionante, avvolgente per capire il legame tra Abbadia e i giacimenti metalliferi, conoscere le storie dei minatori che hanno lasciato la gioventù, la salute, a volte persino la vita lungo le gallerie sotterranee.

Le fiaccole di Abbadia
Una piccola catasta di legna, per dare un'idea di come vengono allestite quelle reali, le cui dimensioni raggiungono anche i 7 metri! Disseminate in tutte gli angoli e le piazze del paese, contribuiscono a creare un'atmosfera incantata.

POSSIBILI ESTENSIONI

RICHIEDIMI INFORMAZIONI

Se ti interessa questo tour puoi compilare il form oppure contattarmi via mail, telefono, Messenger o WhatsApp per richiedere informazioni.

    Ho letto e accetto la Privacy Policy

    PAGA CON PAYPAL

    Mandami le info sui partecipanti a info@tuscanyarttrek.com o contattami come preferisci e ti invierò l’importo e il link per pagare con PayPal.

     Ho letto e accetto la Privacy Policy

    Validating payment information...
    Waiting for PayPal...
    Validating payment information...
    Waiting for PayPal...
    Torna su